MACERIE

Villa dei Fiori

Un evento di arte contemporanea nell'ambito di "Oltre la Siepe"
Sabato 18, Domenica 19 dicembre 2010
Ex Villa dei Fiori - Piazza Vittime dei Lager Nazisti
Ingresso: cancello dell'ex mercato ortofrutticolo


Inaugurazione: Sabato 18 dicembre 2010 ore 16.30
Orari di visita:
venerdì 17 (laboratorio in corso),
sabato 18 e domenica 19 dicembre
dalle ore 17:00 alle ore 23:00.

Ingresso libero.

Buffet: Azienda Bio Agroalimentare "La Selva di Tirli"

Demolizioni, guerre, distruzioni causate dall'uomo e dalla natura, simbolo di crisi culturale e sociale, ma anche elemento rigeneratore per una nuova presa di coscienza e propulsore di energia creativa. Le macerie della Villa dei Fiori, l'ex clinica psichiatrica di Imola abbattuta nell'ottobre 2010, forniscono un'occasione unica quanto fugace di riflessione e rivisitazione mentale. L'intervento dell'arte installativa in relazione alle macerie in oggetto, enfatizza il valore universale del processo di transizione globale insito nell'attuale momento di crisi.

L'evento gode del patrocinio della Ragione Emilia-Romagna, del Comune di Imola e del Circondario Imolese. Promotori e organizzatori sono l'Associazione ARIA di Imola, il Gruppo Koiné di Milano e il Gruppo Sottosuono di musica contemporanea, già promotori e organizzatori del più complesso laboratorio interartistico "Osservanti-Osservati" del 2006, presso l'ex-Ospedale Psichiatrico dell'Osservanza di Imola.


Gli interventi:
installazioni materiche del Gruppo Koiné, dislocate in tre diverse zone dell'area.
installazione sonora degli artisti del Gruppo Sottosuono con monologo di Enrico Vagnini.
installazione luminosa di Lorenza Golinelli di Imola.

Tutti gli interventi saranno in reciproca sintonia poetica.


Nella zona porticata di ingresso all'area sarà installata una VIDEOPROIEZIONE A CICLO CONTINUO di due opere poetiche multimediali sulle fasi dell'abbattimento della Villa dei Fiori:

"MACERIE" di Luciano Costa (video)
e
"LA DEMOLIZIONE DELLA..." di Massimo Golfieri (proiezione di fotografie).

Esposizione dell'opera "TRACCE" di Mariella Guzzoni,
realizzata a partire dalle macerie dei muri della ex clinica.

In apertura della serata, alle ore 16.30 di sabato 18 dicembre,
nella zona porticata di ingresso al sito, la Compagnia Teatrale Tabù,
con la Regia di Enrico Vagnini e il coordinamento dei Ennio Sergio (psicologo USSL di Imola),

proporrà una rappresentazione teatrale dal titolo "LA FAVOLA DELLA CASA FIORITA".

Il testo ripercorre la parabola della Villa dei Fiori dalla sua costruzione,
alla vita interna, fino alla distruzione dei muri, che per quarant'anni
hanno separato gli individui che l'hanno abitata.

Info: ARIA - T. 349 7223494 - F. 0542 613070, [email protected]